image

Our Team

The team subtitle

Chiara Ingrao

Chiara Ingrao, scrittrice e animatrice culturale nelle scuole, ha lavorato come sindacalista, interprete, parlamentare, programmista radio, consulente su diritti delle donne e diritti umani.
Il suo impegno nel movimento femminista è iniziato negli anni ‘70, e a partire dagli anni ’80 si è intrecciato con una presenza attiva nel movimento pacifista, che l’ha portata a divenire portavoce nazionale dell’Associazione per la pace. In questa veste ha promosso numerose iniziative nei luoghi di guerra, a Gerusalemme a fianco di pacifisti israeliani e palestinesi, a Baghdad e poi in Italia nel movimento contro la guerra in Iraq, a Sarajevo e in altre città dei Balcani negli anni ‘90.
Ha pubblicato tre romanzi per adulti (Il resto è silenzio, 2007, Dita di dama, 2009, Migrante per sempre, 2019), due romanzi per bambini (Habiba la Magica 2014 e Storia funambola 2020), due libri di filastrocche, articoli e raccolte di saggi (ultimo Oltre il ponte – pensieri di una femminista di frontiera, 2012), un libro autobiografico sulla sua esperienza pacifista (Salaam Shalom. Diario da Gerusalemme, Baghdad e altri conflitti, 1993) e il libro Soltanto una vita, in cui ha raccontato la vita di sua madre Laura Lombardo Radice e raccolto i suoi scritti (2005, nuova edizione con lettere inedite nel 2016). È sposata con Paolo Franco e ha due figlie, due figliocci e tre nipoti. Altre informazioni, e numerosi testi scaricabili gratuitamente, sul suo sito web www.chiaraingrao.it

Valentina Fortichiari

Scrittrice, curatrice delle opere di G.Morselli e di C. Zavattini, ha lavorato nel settore editoriale nell’ambito della comunicazione (docente universitaria, ha scritto un manuale memoir Mi facevi sentire Dostoevskij, Tea 2019). Nuotatrice agonista, autrice di un manuale sul nuoto (Nuotare tutti subito e bene), ha esordito nella narrativa con il romanzo Lezione di nuoto. Colette e Bertrand, estate 1920 (Guanda 2009) e da allora ha sempre occupato una propria ‘nicchia acquatica’: Non ha mai quiete, romanzo su Leonardo e l’acqua (Sedizioni 2015), La cerimonia del nuoto, racconti (Bompiani 2018).

Silvia Calamandrei

Silvia Calamandrei è nata a Milano 1947. Si è laureata nel 1969 in Storia contemporanea alla Sapienza di Roma, poi diplomata in lingua cinese all’Ismeo (1972) e all’istituto di lingue di Pechino (1975), è traduttrice e curatrice di opere saggistiche e letterarie, in particolare relative alla Cina contemporanea.
Ha curato, come traduttrice letterarie,
Homo Pekinensis (Editori Riuniti, 1990), Yang Jiang, Il tè dell’oblio (Einaudi, 1994), Strade celesti a cura di A’cheng [con Masci ed altri] (Theoria, 1994), Su Tong, Vite di donne (Einaudi, 2008), Yang Jiang, Introduzione a 走到人生邊上, in “Lo straniero”, ottobre 2008, Mo Yan, Il paese dell’alcol (Einaudi, 2016). Ha contribuito al volume collettaneo in memoria di Yang Jiang pubblicato in Cina nel 2016 con un saggio sulla sua corrispondenza con la scrittrice, tradotto anche sulla rivista francese “Conférence” (autunno-inverno 2016).
Ha scritto articoli e recensioni e tenuto conferenze (Siena, Milano, Venezia, Napoli) in relazione alla Rivoluzione culturale cinese e agli anni Cinquanta a Pechino. Pubblicazioni:
Maria Teresa Regard, collana “le farfalle” fondata da Clara Sereni (ali&no editrice, 2012), Il mio 1956 (ebook bilingue Kindle 2014), Memorie del Novecento tra Inghilterra e Cina (ebook bilingue Kindle 2014).
Dal 2007 ad oggi è Presidente della Biblioteca Archivio “Piero Calamandrei” istituzione del Comune di Montepulciano.

Francesca Silvestri

Francesca Silvestri, giornalista dal 1993, è nata in Toscana e vive e lavora a Perugia. Laureata in Lettere Moderne indirizzo filologico con Romano Luperini, nel 1996 ha fondato in Assisi la casa editrice indipendente ali&no che tuttora amministra con il ruolo di direttore editoriale. Ha fatto parte dell’Associazione Stampa Agroalimentare come delegata per l’Umbria e ha fondato l’Accademia Italiana Gastronomia Storica. Dal 2013 al 2019 ha ideato e diretto “il Viaggialibro – Festival del libro di viaggio”. Dal 2014 è presidente dell’Associazione culturale Officina delle Scritture e dei Linguaggi, piattaforma no profit di laboratori di scrittura ed eventi culturali. Nel 2011, per i tipi di ali&no editrice, ha fondato con Clara Sereni la collana di narrativa biografica “le farfalle” collaborando alla revisione finale di Via Ripetta 155 (Giunti, 2015), ultimo romanzo della scrittrice recentemente scomparsa con cui aveva intrecciato un profondo rapporto di amicizia. Dal 2016 è impegnata in ambiti di Medicina Narrativa dove sperimenta l’utilizzo della lettura e della narrazione nei percorsi di cura e di riabilitazione. Per ali&no ha curato con Puma V. Scricciolo la monografia Clara Sereni (2019) e ha partecipato al libro miscellaneo Ricette per ricominciare. Quaranta autori in cucina per la ricostruzione del Centro Italia (2017). È autrice di articoli di sociologia della letteratura e di racconti in antologie, tra cui Acqua (2019), e Kaos. Storie e pensieri in libertà (2020). È coordinatrice del Premio Letterario Nazionale Clara Sereni.