image

Our Team

The team subtitle

Silvia Calamandrei

Silvia Calamandrei è nata a Milano 1947. Si è laureata nel 1969 in Storia contemporanea alla Sapienza di Roma, poi diplomata in lingua cinese all’Ismeo (1972) e all’istituto di lingue di Pechino (1975). Ẻ traduttrice e curatrice di opere saggistiche e letterarie, in particolare relative alla Cina contemporanea.
Ha curato, come traduttrice letterarie,
Homo Pekinensis (Editori Riuniti, 1990), Yang Jiang, Il tè dell’oblio (Einaudi, 1994), Strade celesti a cura di A’cheng [con Masci ed altri] (Theoria, 1994), Su Tong,Vite di donne (Einaudi, 2008), Yang Jiang, Introduzione a走到人生邊上, in “Lo straniero”, ottobre 2008, Mo Yan, l paese dell’alcol Einaudi, 2016). Ha contribuito al volume collettaneo in memoria di Yang Jiang pubblicato in Cina nel 2016 con un saggio sulla sua corrispondenza con la scrittrice, tradotto anche sulla rivista francese “Conférence” (autunno-inverno 2016).
Ha scritto articoli e recensioni e tenuto conferenze (Siena, Milano, Venezia, Napoli) in relazione alla Rivoluzione culturale cinese e agli anni Cinquanta a Pechino. Pubblicazioni:
Maria Teresa Regard, collana “le farfalle” fondata da Clara Sereni (ali&no editrice, 2012), Il mio 1956 (ebook bilingue Kindle 2014), Memorie del Novecento tra Inghilterra e Cina (ebook bilingue Kindle 2014).Nel 2020 ha curato il numero speciale antologico del “Il Ponte” dedicato alla Cina. Nel 2021 ha pubblicato un libro di memorie, Attraverso lo specchio. Cina andate e ritorni per le Edizioni di storia e letteratura.
Dal 2007 ad oggi è Presidente della Biblioteca Archivio “Piero Calamandrei” istituzione del Comune di Montepulciano ed è curatrice di numerose opere e riedizioni di Piero e Franco Calamandrei e di Maria Teresa Regard.

Simone Casini

Simone Casini, professore associato di letteratura italiana all’Università degli Studi di Perugia, si occupa dei rapporti tra letteratura e storia, tra narrativa e cultura contemporanea. Tra i suoi libri Carlo Emilio Gadda e i re di Francia (Firenze, Le Lettere, 1993), l’edizione critica e commentata delle Confessioni d’un Italiano di Ippolito Nievo (“Fondazione Pietro Bembo”, Milano-Parma, 1999), Un’utopia nella storia. Carlo Botta e la Storia d’Italia dal 1789 al 1814, Roma, Bulzoni, 1999), Pascoli georgico: un percorso dai poemetti latini ai poemetti italiani (Bologna, Patron, 2018). Dal 2002 è membro della Commissione per l’Edizione Nazionale delle Opere di Ippolito Nievo, presieduta da P. V. Mengaldo e tuttora in corso presso Marsilio, curando l’edizione critica e commentata di Il Conte Pecorajo (2010) e Le carte di Nievo (2011). Dal 2000, su incarico di Enzo Siciliano, cura la nuova edizione delle Opere di Alberto Moravia, in corso di pubblicazione nei “Classici” Bompiani, di cui sono usciti cinque volumi di narrativa, dagli esordi fino agli anni Settanta (Romanzi e racconti 1970-1979, Bompiani, 2020). Di Moravia ha curato varie edizioni tra cui Impegno controvoglia (2008), Agostino (2014) e L’uomo come fine (2019) e tre volumi inediti: Racconti dispersi 1928-1951 (2000), I due amici (2007) e le Lettere ad Amelia Rosselli con altre lettere familiari e prime poesie 1915-1950 (2010).

Alessandra Cianetti

Alessandra Cianetti è nata a Parigi e cresciuta a Treviso. Dopo la licenza scientifica, si trasferisce a Perugia dove si laurea in Scienza della Comunicazione presso l’Università degli Studi. Cresciuta in una famiglia che considera la cultura il bene più prezioso da tramandare, durante gli anni di formazione, alterna allo studio collaborazioni con diverse realtà, cittadine e non, legate al mondo artistico e comincia a definire il suo profilo professionale. Scrive per qualche anno per Il Messaggero Umbria, collabora con diversi uffici stampa, è lettrice e revisore di testi per case editrici e inizia a dedicarsi all’organizzazione di eventi, che scopre essere la sua vocazione.
Fin dalla sua fondazione, è responsabile del Circolo dei lettori di Perugia, attività del Comune di Perugia che nasce nel 2011 con l’obiettivo di sostenere e promuovere la lettura e costituire la cornice in cui realizzare eventi significativi relativi al mondo del libro e dell’editoria. Contribuisce da anni all’organizzazione di eventi culturali e attività espositive all’interno del Museo civico di Palazzo della Penna. È responsabile della segreteria organizzativa del festival Encuentro. Festa delle letterature in lingua spagnola.

Gigi Corsini

Gigi Corsini scrive sotto diversi pseudonimi in italiano e in tedesco. Con il proprio nome ha pubblicato una biografia di Marguerite Duras (2016) uscita in italiano per ali&no editrice nella collana le farfalle diretta da Clara Sereni. È editor, ghostwriter, traduttore, clericus vagans. Vive tra Wünsdorf nel Brandeburgo e Fjaltring, in Danimarca.

Gioacchino De Chirico

Gioacchino De Chirico, laureato in Filosofia è giornalista culturale, critico letterario, editor e organizzatore di eventi. Scrive recensioni per la rivista on line PulpLibri ed è uno degli “amici della domenica” per il Premio Strega.
Per diversi anni ha collaborato con il “Corriere della Sera” occupandosi di tematiche culturali. È stato uno dei componenti del cda dell’istituzione Biblioteche di Roma durante la giunta Marino. È componente del Premio Luigi Malerba Narrativa e per diversi anni è stato presidente della giuria del Premio Biblioteche di Roma, ora sospeso. Negli ultimi cinque anni ha diretto le attività dell’Hub culturale Moby Dick nel quartiere della Garbatella.
Nel periodo in cui ha diretto l’ufficio stampa e comunicazione del Gruppo Editoriale Giunti ha accompagnato Clara Sereni e il suo Il gioco dei regni nella fase finale del Premio Strega (1993), ottenendo la terza posizione in cinquina.

Valentina Fortichiari

Scrittrice, curatrice delle opere di G.Morselli e di C. Zavattini, ha lavorato nel settore editoriale nell’ambito della comunicazione. Frutto del suo lavoro il manuale memoir Mi facevi sentire Dostoevskij, Tea, 2019. Ha esordito nella narrativa con il romanzo Lezione di nuoto. Colette e Bertrand, estate 1920 (Guanda 2009) e da allora ha sempre occupato una propria ‘nicchia acquati-ca’: Non ha mai quiete, romanzo su Leonardo e l’acqua (Sedizioni 2015), La cerimonia del nuoto, racconti (Bompiani 2018). Per la Nave di Teseo è da poco uscito il volume la Pace, Scritti contro la guerra, da lei curato.

Francesca Silvestri

Giornalista culturale ed editor, laureata in Storia della Letteratura Moderna e Contemporanea con Romano Luperini. nel 1996 ha fondato in Assisi (Pg) la casa editrice indipendente ali&no. Ha ideato e diretto “il Viaggialibro – Festival del libro di viaggio” con l’Associazione culturale Officina delle Scritture e dei Linguaggi di cui è tuttora Presidente.
Nel 2011, insieme a Clara Sereni con cui aveva stretto un profondo rapporto di amicizia e di collaborazione lavorativa, ha fondato per i tipi di ali&no editrice la collana di narrativa biografica femminile “le farfalle”. Dal 2016 è impegnata in ambiti di Medicina Narrativa sperimentando l’utilizzo della lettura e della scrittura creativa in percorsi riabilitativi di malattia mentale di cui racconta l’evoluzione nel libro a sua cura Kaos. Storie e pensieri in libertà (ali&no, 2020). Curatrice della monografia dedicata a Clara Sereni (ali&no, 2019), ha partecipato al volume collettaneo Per Clara Sereni. Scrittrice impura e sconfinante a cura di F. Caputo (Cierre edizioni, 2021) e a progetti benefici, tra cui Ricette per ricominciare. Quaranta autori in cucina per la ricostruzione del Centro Italia (2017), Acqua (2019), Lessico per ricominciare (2020).
Nel 2019 ha fondato il Premio Letterario Nazionale Clara Sereni ricevendo nel 2020 la Medaglia del Presidente della Repubblica.
Il suo primo romanzo L’arrocco è in corso di pubblicazione presso Les Flâneurs Edizioni.