pic

Your Creative Collective

Our rigorous process ensures your project is managed strategically and efficiently from
initial conception through to final delivery and after-sales support.

Paolo Di Paolo

Paolo Di Paolo è nato nel 1983 a Roma. Finalista nel 2003 al Premio Italo Calvino per l’inedito e al Campiello Giovani, è autore dei romanzi Raccontami la notte in cui sono nato (2008), Dove eravate tutti (2011, Premio Mondello e Super Premio Vittorini), Mandami tanta vita (2013, Premio Salerno Libro d’Europa, Premio Fiesole Narrativa e finalista Premio Strega), Una storia quasi solo d’amore (2016), Lontano dagli occhi (2019), tutti nel catalogo Feltrinelli. Molti suoi libri sono nati da dialoghi: con Indro Montanelli, a cui ha dedicato Tutte le speranze (2014, Premio Benedetto Croce), con Antonio Debenedetti, Dacia Maraini, Raffaele La Capria, Antonio Tabucchi, Nanni Moretti. Per Einaudi è uscito nel 2016 il saggio Tempo senza scelte. Ha pubblicato tra l’altro Ogni viaggio è un romanzo (2007), per bambini La mucca volante (2014, finalista Premio Strega Ragazze e Ragazzi), per il teatro Istruzioni per non morire in pace (2015). Collabora con “la Repubblica” e “L’Espresso” e conduce “La lingua batte” su Radio3. È tradotto in diverse lingue europee.

Silvia Calamandrei

Silvia Calamandrei è nata a Milano 1947. Si è laureata nel 1969 in Storia contemporanea alla Sapienza di Roma, poi diplomata in lingua cinese all’Ismeo (1972) e all’istituto di lingue di Pechino (1975), è traduttrice e curatrice di opere saggistiche e letterarie, in particolare relative alla Cina contemporanea.
Ha curato, come traduttrice letterarie,
Homo Pekinensis (Editori Riuniti, 1990), Yang Jiang, Il tè dell’oblio (Einaudi, 1994), Strade celesti a cura di A’cheng [con Masci ed altri] (Theoria, 1994), Su Tong, Vite di donne (Einaudi, 2008), Yang Jiang, Introduzione a 走到人生邊上, in “Lo straniero”, ottobre 2008, Mo Yan, Il paese dell’alcol (Einaudi, 2016). Ha contribuito al volume collettaneo in memoria di Yang Jiang pubblicato in Cina nel 2016 con un saggio sulla sua corrispondenza con la scrittrice, tradotto anche sulla rivista francese “Conférence” (autunno-inverno 2016).
Ha scritto articoli e recensioni e tenuto conferenze (Siena, Milano, Venezia, Napoli) in relazione alla Rivoluzione culturale cinese e agli anni Cinquanta a Pechino. Pubblicazioni:
Maria Teresa Regard, collana “le farfalle” fondata da Clara Sereni (ali&no editrice, 2012), Il mio 1956 (ebook bilingue Kindle 2014), Memorie del Novecento tra Inghilterra e Cina (ebook bilingue Kindle 2014).
Dal 2007 ad oggi è Presidente della Biblioteca Archivio “Piero Calamandrei” istituzione del Comune di Montepulciano.

Michela Monferrini

Michela Monferrini (Roma, 1986) è autrice di due guide letterarie dedicate alla Napoli di Raffaele La Capria e al Portogallo di Antonio Tabucchi, e del ritratto biografico Grazia Cherchi (ali&no, 2015). Ha pubblicato il romanzo Chiamami anche se è notte (Mondadori 2014, finalista Premio Calvino 2012, finalista Premio Zocca 2015) e i libri per ragazzi L’altra notte ha tremato Google Maps (Rrose Sélavy 2016, finalista Premio Gigante delle Langhe 2018) e Charlotte Brontë, tre di sei (rueBallu, 2018). Il suo ultimo libro è Muri maestri (la nave di Teseo, 2018).
Nel 2017 le è stato conferito in Campidoglio il Premio Simpatia per l’impegno nel sociale.

Benedetta Centovalli

Benedetta Centovalli è nata a Firenze e vive a Milano. Editor con il gusto e la passione di sperimentare, ha lavorato con ruoli di responsabilità per quasi trent’anni in alcuni dei laboratori più interessanti della nostra editoria, dedicandosi alla creazione di collane e soprattutto alla scoperta di nuovi talenti letterari.

Nel 2003 ha curato per Rizzoli un’antologia di racconti di narratori italiani, Patrie impure. Italia, autoritratto a più voci. In ambito novecentesco ha curato nel 2009 le Opere complete di Romano Bilenchi (Rizzoli) e una sua biografia per immagini, Un uomo contro (Effigie). Ha introdotto testi di Giorgio Bassani (Utet), Manlio Cancogni (Utet), Alda Merini (Rizzoli). Ha scritto in volumi e riviste tra gli altri di Cristina Campo, Maria Corti, Gina Lagorio e Clara Sereni.

Ha collaborato con varie testate e oggi scrive con regolarità su L’Indice dei Libri del Mese. Per Mattioli 1885, è appena uscito Nella stanza di Emily. Da anni si dedica alla formazione in ambito editoriale presso l’Università Statale di Milano e di Milano-Bicocca e insegna in Master e Scuole di scrittura. È stata visiting professor a Yale, NYU e Princeton. Fa parte del Consiglio scientifico del Centro ricerche e studi autobiografici della Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari.

Dario Gigli

Sono nato a Taranto il 3 agosto del 1983. Nel 2004 pubblico il mio primo romanzo storico Taras (Este Edition, Ferrara), ambientato a Taranto durante la guerra tra la città magnogreca e Roma. Nel 2006 pubblico il romanzo L’eco del mare (Este edition, Ferrara), ambientato sempre a Taranto ma questa volta in piena seconda guerra mondiale.
Nel 2010 pubblico il romanzo storico Il regno di pietra (La riflessione, Cagliari), un viaggio tra Iliade, Odissea ed Eneide. Il regno di pietra riceve un Diploma di riconoscimento letterario alla 25ª edizione del Premio Internazionale di letteratura “PHINTIA” 2011 (Licata –AG).
Nel 2012, il mio nuovo romanzo Il vento di Dio (La riflessione, Cagliari) viene selezionato come miglior opera per la Regione Trentino Alto Adige-Trento e partecipa alla finale nazionale del Premio letterario RAI “La giara”. Nel 2014 pubblico in autoproduzione il romanzo storico La legione del Drago, incentrato sulla figura di San Giorgio, che mi porta a collaborare con numerosi comuni italiani.
Dal 2016 inizio a collaborare con diversi aspiranti scrittori, che seguirò professionalmente come Writing coach, guidandoli alla pubblicazione dei loro romanzi. Nel 2019 pubblico il mio primo romanzo contemporaneo La fabbrica di plastica (ali&no editrice, Perugia), che ottiene un Diploma d’onore alla 13ª edizione del Premio Letterario Nazionale Giovane Holden.

Gigi Corsini

Dopo gli studi di filosofia in Italia e in Germania, inizia la sua carriera come editor e agente letterario, nei paesi di lingua tedesca e in Francia. In parallelo, da sempre affascinato dalla “ cattiva letteratura” nei primi anni duemila pubblica, utilizzando ogni volta uno pseudonimo diverso, una serie di romanzi gialli, rosa ed erotici in Germania, e un romanzo a tematica lgbtq in Italia.

In italiano, inoltre, con il proprio nome, ha pubblicato una traduzione di Marina Cvetaeva “Il racconto di mia madre” (2012) per i tipi di Via del Vento edizioni, e un libro su Marguerite Duras (2016) per Ali&No Editrice. Attualmente lavora come ghost-writer freelance. Vive a Berlino e a Fjaltring, in Danimarca.

pic

What can Pillar do for your business?

ARRANGE A CONSULTATION