Anna Martellotti è un’ultrasessantenne, con alle spalle studi classici e successivamente matematici di formazione universitaria. Fino a ottobre è stata docente di Analisi Matematica all’Università degli Studi di Perugia, occupando negli ultimi sei anni l’incarico di Delegata del Rettore per l’orientamento universitario. Attualmente è felicemente pensionata, per scelta e per il momento senza rimpianti, anzi col piacere moltiplicato di dedicarsi a interessi, amicizie e affetti. Lo studio e l’attività accademica non le hanno impedito di affiancare alla sua pregressa produzione scientifica (consistente in una sessantina di articoli scientifici a carattere internazionale) qualche incursione in campi apparentemente molto lontani. Ha infatti creato e pubblicato il gioco da tavola a squadre in vernacolo perugino Ah! È ‘na parola (2015), cui ha fatto seguito, nel 2016, l’estensione Arbuld’ca.
Da qualche anno è approdata alla scrittura. L’esordio è stato nella scrittura in versi, ha infatti composto la silloge di divertissement in rima La rosa e i carciofi (ali&no 2018). È poi passata alla scrittura in prosa e di costume che ha visto la pubblicazione de Il punto G delle donne sta alla fine della parola shopping (ali&no 2018) e ancora più di recente alla narrativa, con il suo primo romanzo Il sorriso di Clelia (ali&no 2019).